To play, press and hold the enter key. To stop, release the enter key.

Torre Sant'Elena oggi.JPG
press to zoom
Torre Sant'Elena oggi (2).JPG
press to zoom
Torre Sant'Elena Particolari (2).JPG
press to zoom
Torre Sant'Elena particolari.JPG
press to zoom
Torre Sant'Elena oggi.JPG
press to zoom
Torre Sant'Elena oggi (2).JPG
press to zoom
Torre Sant'Elena Particolari (2).JPG
press to zoom
Torre Sant'Elena particolari.JPG
press to zoom

TORRE SANT'ELENA - FANO (PU)

1999 - 2001

La storia

La torre Sant'Elena è una delle case-torri di Fano. Essa nacque durante il basso medioevo come casa-torre, con funzione quindi difensiva per la famiglia che abitava l'annesso palazzo. Successivamente furono apportate delle modifiche alla torre, come i quattro grandi finestroni con arco a tutto sesto, che divenne la torre campanaria della vicina chiesa medievale di Santa Croce. La chiesa venne completamente distrutta a seguito di un bombardamento nel 1944 e, nel Dopoguerra, al posto della stessa fu costruito il vicino palazzo con tipica architettura anni '50.

Il restauro

I professionisti di ASP.ILT, Arch. Stefano Piazzi e Ing. Luigi Tundo, con il Prof. Arch. Giampiero Cuppini e altri professionisti, come il Prof. Ing. Claudio Galli e l'Ing. Giuseppe Tosti, hanno curato il progetto di restauro conservativo della torre. Tale progetto ha avuto la consulenza del Prof. Arch. Giovanni Carbonara.

Il progetto ha portato al consolidamento delle murature della torre. Inoltre si è cercato di valorizzare il palinsesto presente, dato dalla diversità di conci e dalla presenza di aperture murate nel corso dei secoli.

Progettisti

Committente: Comune di Fano;

Progetto Architettonico: Prof. Arch. Giampiero Cuppini, Arch. Stefano Piazzi, Ing. Luigi Tundo, Prof. Ing. Claudio Galli, Prof. Arch. Giovanni Carbonara;

Progetto strutturale: Ing. Giuseppe Tosti;

Progettazione impianti: Prof. Ing. Giorgio Raffellini;

Coordinamento Sicurezza in fase di Progettazione ed Esecuzione: Ing. Luigi Tundo:

Direzione Lavori: Prof. Arch. Giampiero Cuppini, Arch. Stefano Piazzi, Ing. Luigi Tundo.