To play, press and hold the enter key. To stop, release the enter key.

San Francesco 2020.JPG
press to zoom
San Francesco prima del terremoto.BMP
press to zoom
San Francesco dall'alto.JPG
press to zoom
San francesco dopo il terremoto.JPG
press to zoom
Basamento.JPG
press to zoom
Capitello.JPG
press to zoom
San Francsco 2020.jpg
press to zoom
San Francesco 2020.JPG
press to zoom
San Francesco prima del terremoto.BMP
press to zoom
San Francesco dall'alto.JPG
press to zoom
San francesco dopo il terremoto.JPG
press to zoom
Basamento.JPG
press to zoom
Capitello.JPG
press to zoom
San Francsco 2020.jpg
press to zoom

CHIESA DI SAN FRANCESCO - FANO (PU)

2008 - 2009

Restauro della Chiesa di San Francesco a Fano (PU), 1999-2010, nell’ambito del programma di restauro di diversi monumenti cittadini.


La Storia

E’ una delle più importanti chiese del territorio marchigiano e della città di Fano. Il complesso risale al XIII secolo, mentre la chiesa attuale, con le sue forme barocche, è frutto di modifiche settecentesche. Nel 1930, a causa di un terremoto, sono crollate le volte e la copertura.

Il Restauro

I professionisti Arch. Stefano Piazzi e Ing. Luigi Tundo, con il Prof. Arch. Giampiero Cuppini, lo studio Architettura&Restauro e con la consulenza scientifica del Prof. Arch. Giovanni Carbonara, hanno curato un intervento di restauro nell’ambito del progetto di valorizzazione dei monumenti più importanti di Fano (Mura Augustee, Rocca Malatestiana, Bastione San Gallo, Biblioteca Federiciana Luigi Rossi, Chiesa di San Francesco, Arco d’Augusto, Torre Sant’Elena).

Nel restauro della chiesa, grande importanza è stata data al consolidamento della struttura superstite, che ha previsto la chiusura delle aperture create durante il Novecento nella zona absidale. Tuttavia è stata mantenuta la leggibilità storica delle diverse stratificazioni, riprendendo i precetti del restauro critico-conservativo. Le superfici della chiesa sono state conservate e, ove possibile, sono stati reintegrati i paramenti delle superfici mancanti, con materiali differenti, al fine di garantire il recupero dell’unità potenziale dell’opera d’arte.

Il pavimento non è stato ripristinato ed è stata mantenuta la copertura verde che lo contraddistingue. Il microclima che si è creato all’interno dell’edificio mantiene un certo equilibrio ambientale. La chiesa è oggi utilizzata per conferenze ed eventi culturali.

Progettisti

Committente: Comune di Fano;

Progetto Architettonico: Prof. Arch. Giampiero Cuppini, Arch. Stefano Piazzi, Ing. Luigi Tundo, Prof. Ing. Claudio Galli, Prof. Arch. Giovanni Carbonara;

Progetto strutturale: Ing. Giuseppe Tosti;

Progettazione impianti: Prof. Ing. Giorgio Raffellini;

Coordinamento Sicurezza in fase di Progettazione ed Esecuzione: Ing. Luigi Tundo:

Direzione Lavori: Prof. Arch. Giampiero Cuppini, Arch. Stefano Piazzi, Ing. Luigi Tundo.