Concorsi
28th ott 2013Pubblicato in: Concorsi
Copertura mobile della la piscina Dogali

Modena, 2011

La nuova struttura architettonica è stata concepita per dialogare in modo rispettoso con la preesistenza storica progettata dal Manaresi negli anni ’30. Dal momento che le due strutture si verranno a trovare con i fronti contrapposti a pochi metri di distanza, la scelta è stata quella di “moderare” un’eventuale esuberanza espressiva della nuova struttura in favore di scelte figurative mediate con le caratteristiche plano-altimetriche, volumetriche e con il linguaggio architettonico della preesistenza.

L’utilizzo di volumi parallelepipedi con copertura piana risponde alla volontà di introdurre un’aggiunta architettonica affine per “semplicità” volumetrica all’edificio del Manaresi, affinchè questo non risulti prevaricato.
Si prevede di costruire intorno alla piscina olimpionica scoperta un nuovo volume edilizio costituito da due estremità fisse, quelle poste in corrispondenza dei lati corti, e un corpo centrale apribile in cui i vari “segmenti” costitutivi scorrono con movimento telescopico verso una delle due estremità.
Questa struttura apribile consente un utilizzo flessibile della vasca che potrà essere fruita come ambiente chiuso, coperto e riscaldato nella stagione fredda, o in giornate umide/piovose, e come ambiente aperto nella stagione estiva.
La facilità di gestione del sistema di apertura e chiusura è funzionale alla scelta di modalità di utilizzo differenziate non solo stagionali, ma in relazione alle attività specifiche di volta in volta da svolgere.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.