Biblioteche
27th Set 2010Pubblicato in: Biblioteche, Restauri
Biblioteca Federiciana MeMo, Ex scuola Luigi Rossi a Fano (PU)
Fano, 2010

Restauro dell’ ex scuola Luigi Rossi e rifunzionalizzazione della medesima nella Biblioteca Federiciana Multimediale MeMo. L’intervento si è svolto tra il 1999 e il 2010, nell’ambito di un’opera di valorizzazione generale dei monumenti di Fano (PU). Committenza: Fondazione Montanari.

L’ex Scuola Luigi Rossi fu costruita nella seconda metà dell’Ottocento, e facendo così parte di una delle molteplici scuole umbertine realizzate con stili che richiamano lo storicismo. Si trova al centro della città di Fano, lungo il tratto cittadino dell’antica Via Salaria. L’edificio sorge su un’area un tempo occupata da parte del vicino convento di San Filippo, sotto la quale sono stati trovati i resti di un complesso termale romano.

L’opera di restauro è stata condotta dai professionisti Arch. Stefano Piazzi, Ing. Luigi Tundo, Prof. Arch. Giampiero Cuppini, in collaborazione con lo studio Architettura&Restauro e con la consulenza scientifica del Prof. Arch. Giovanni Carbonara. Riguardo allo stabile scolastico si è intervenuti con scrupolo conservativo, al fine di salvaguardare per intero la struttura scolastica, le pareti portanti, le patine di superficie, e modificando la destinazione d’uso: da scuola a biblioteca.

In un secondo momento è stata realizzata la nuova aggiunta volumetrica, sacrificando parte del giardino della scuola. Il nuovo volume dialoga con l’elemento storico poiché la sua superficie ricalca la trama dei laterizi esterni della scuola, e il loro colore. Inoltre il nuovo volume è stato costruito a filo con la struttura preesistente, distaccandosi leggermente e dando un tono razionale all’estetica dell’aggiunta, per marcare la distinguibilità dall’elemento originale. All’interno vi è una struttura in acciaio, con copertura vitrea, che ospita la caffetteria, il bookshop e l’ingresso all’area archeologica. Proprio al livello inferiore, a fianco dei resti romani, è stata realizzata una sala conferenze. I nuovi materiali metallici non sono minimamente percepibili dall’esterno, ove la parete monolitica dell’aggiunta cela lo spazio interno.

A collegamento fra i due livelli dell’ex scuola è stata realizzata una scala con struttura portante in acciaio verniciato di bianco, che riprende il gusto moderno dell’ambiente circostante. I gradini e i parapetti sono realizzati in vetro. L’ultima rampa è leggermente inclinata rispetto a quella sottostante.

Intervento di restauro svolto nell’ambito del progetto di valorizzazione dei monumenti più importanti di Fano (Mura Augustee, Rocca Malatestiana, Bastione San Gallo, Biblioteca Federiciana Luigi Rossi, Chiesa di San Francesco, Arco d’Augusto, Torre Sant’Elena).